(+39) 320 6717611  |    |    |  | 
itenfrderu

Carlo Felice Genova: Stagione 2019, Visitare il Teatro e Altre Info Utili

Sei in vacanza a Genova e vuoi visitare il famosissimo teatro Carlo Felice? Oppure sei un Genovese in cerca di informazioni sulla stagione 2019, su tutti gli eventi e altre info utili?

In entrambi i casi, sei capitato nel posto giusto.

Se non mi conosci mi presento: sono Andrea del B&B Al Centro di Genova, e in questo articolo ti parlerò di uno dei teatri più famosi d'Italia: il Carlo Felice di Genova; scoprirai tutti gli eventi, il programma 2019, come arrivare, dove parcheggiare, mangiare e dormire nelle vicinanze.

Sei pronto? Iniziamo!

 

Tutto quello che c'è da sapere sul Teatro Carlo Felice di Genova

 

Se intendi visitare Genova, non posso non consigliarti di passare almeno una serata all'insegna della cultura nel Teatro Carlo Felice, il migliore della città e tra i migliori in Italia.

Si trova nelle vicinanze della piazza De Ferrari, a poca distanza dalla fontana e dalla statua di Giuseppe Garibaldi a cavallo e ospita delle produzioni di altissimo livello.

È l'ideale per passare una serata diversa e di alta classe, all'insegna della musica sinfonica e dell'opera.

 

 

La Stagione 2019 del Carlo Felice di Genova

Carlo felice genova stagione 2019

La Stagione 2019-2020 è stata presentata il 15 luglio e prevede otto opere, un balletto, un musical e quattordici concerti di musica sinfonica.

Vediamoli in dettaglio.

 

Il programma

La stagione si aprirà con 'Il trovatore' di Giuseppe Verdi, regia di Marina Bianchi, diretta da Andrea Battistoni.

Interessante perché la stessa opera, ora in una nuova produzione, aprì la prima stagione del nuovo teatro Carlo Felice, nel 1991.

Dal 7 al 10 novembre andrà invece in scena il musical 'Aggiungi un posto a tavola' di Garinei e Giovannini, con musiche di Armando Trovajoli, mentre dal 13 al 29 dicembre sarà la volta del capolavoro 'La bohème' di Giacomo Puccini.

Dal 19 al 22 dicembre gli spettatori saranno deliziati dalla 'Cenerentola' del balletto sul ghiaccio di San Pietroburgo.

Ad aprire le piste dell'anno 2020 ci sarà poi 'Il Barbiere di Siviglia' di Gioachino Rossini.

A febbraio 'Adriana Lecouvreur', opera di Francesco Cilea e a marzo 'Un ballo in maschera' di Verdi.

Dal 15 al 19 aprile, 'Anna Bolena' di Gaetano Donizetti.

'Turandot' di Puccini, nello storico allestimento di Giuliano Montaldo, tornerà dal 2 al 10 maggio.

Infine si avrà 'Manon Lescaut' (dal 3 al 10 giugno), sempre di Puccini, con la regia di Davide Livermore e il soprano protagonista Maria Josè Siri.

 

I concerti della Stagione Sinfonica

La Stagione Sinfonica si comporrà di 14 concerti, a partire da quello dell'11 ottobre di Sergej Krylov, grande violinista e direttore d'orchestra che interpreterà il concerto per violino di Mendelssohn e dirigerà l’Orchestra del Teatro nella sinfonia 'Dal nuovo mondo' di Dvořák.

A seguire, i concerti di Niccolò Paganini, come parte del Paganini Genova Festival: il 25 ottobre si esibirà il violinista Mengla Huang e il 27 ottobre il direttore d'orchestra Alpesh Chauhan, con Francesca Dego che suonerà il Cannone, il violino appartenuto a Paganini.

Il 19 novembre, invece, un'intrigante combinazione di Andrea Battistoni, l’Orchestra del Teatro Carlo Felice e il Pat Metheny Trio.

Nel concerto di Capodanno sarà la volta invece del Janoska Ensemble, alle ore 16:00 del primo gennaio.

Il 10 gennaio, Mariella Devia interpreterà 'Les Illuminations' di Britten, diretto da Jonathan Webb.

Il concerto del 31 gennaio sarà dedicato invece a Čajkovskij e sarà diretto da Vladimir Fedoseyev; al pianoforte ci sarà Ivan Bessonov.

Il 28 febbraio Andrea Battistoni affiancherà il violoncellista solista Mischa Maisky, nel celebre concerto di Dvořák.

Il 27 marzo Hartmut Haenchen dirigerà la Sinfonia n. 5 di Mahler.

Il 3 aprile, nel concerto di Pasqua, gli spettatori potranno godersi il Requiem di Fauré e la Suite n. 4 di Massenet, con Andriy Yurkevych.

L’8 maggio, tornerà a Genova Daniel Oren, con Gabriele Carcano al pianoforte solista per il concerto 'Imperatore' di Beethoven.

'Das Lied von der Erde' di Mahler potrà essere apprezzata il 15 maggio, diretta da Hartmut Haenchen, e con Eve-Maud Hubeaux (mezzosoprano) e Gregory Kunde (tenore) come solisti.

L'ultimo appuntamento della Stagione Sinfonica si avrà il 5 giugno con Andrea Battistoni. Il solista sarà il primo flauto dell’Orchestra del Teatro Carlo Felice, Francesco Loi. L'esibizione comprenderà brani di Mascagni e Kachaturian, ma anche la prima esecuzione di un lavoro dello stesso Battistoni, commissionato dal Teatro Carlo Felice, 'Serenata per Baron Corvo'.

 

Il concerto di Natale

Per Natale, il Carlo Felice propone l'opera-capolavoro di Puccini, La Boheme (dal 13 al 29 dicembre), diretta da Andrea Battistoni, ambientata nella Parigi dell'Ottocento.

E sempre nello stesso periodo, il Carlo Felice propone anche il magico balletto sul ghiaccio Cenerentola (dal 19 al 22 dicembre).

Composto nel 1945 da Prokof'ev, 'Cenerentola' è un energico e passionale balletto sul ghiaccio di S. Pietroburgo, danzato interamente sui pattini.

Uno spettacolo elegante e appassionante, che promette un'esperienza magica, in tema natalizio.

 

La biglietteria

La biglietteria del teatro, sita in Galleria Cardinale Siri 6 a Genova, è aperta dalle 11:00 alle 18:00 dal martedì al venerdì, mentre il sabato è aperta dalle 11:00 alle 16:00.

Apre anche un'ora prima degli spettacoli serali, mentre in occasione dello spettacolo pomeridiano della domenica apre due ore prima e rimane aperta fino a 15 minuti dopo l'inizio dello spettacolo.

È anche possibile acquistare i biglietti telefonicamente, dal martedì al venerdì, dalle 14.00 alle 17.00, chiamando allo 010 5701650.

Per gli acquisti online, ci si può rivolgere ai portali Vivaticket e Happyticket.

 

 

La storia del Teatro Carlo Felice di Genova

Il teatro Carlo Felice venne inaugurato il 7 aprile 1828, in presenza dei reali del Regno di Sardegna, appunto Carlo Felice e la regina Maria Cristina.

In quell'occasione venne rappresentata l'opera 'Bianca e Fernando' di Vincenzo Bellini.

L'ambizioso progetto del teatro intendeva regalare alla città un'elegante sede artistica per il melodramma (che allora andava molto di moda) che potesse competere con quelle di altre città importanti d'Italia.

 

carlo felice genova storia

 

Ma perché venne chiamato Carlo Felice?

Una leggenda racconta che a Torino, il grande musicista genovese Paganini si era rifiutato di concedere il bis al Re Carlo Felice e che quindi, anni dopo, il teatro sia stato dedicato al Re, nella speranza di placare le sue ire nei confronti della città.

Verità o solo leggenda? Non si sa.

A progettare il teatro nella sua prima versione fu Carlo Barabino.

Durante la Seconda Guerra Mondiale, però, il Carlo Felice originale venne parzialmente distrutto, tanto che le rappresentazioni teatrali dovettero spostarsi nel vicino Cinema Teatro Margherita.

Il nuovo teatro, costruito sull'area del teatro antico e rinato di fatto solo nel 1991, è caratterizzato da una piazza coperta di 400 mq di superficie: un'idea presente in progetti precedenti, che è stata recuperata.

Infatti, il motivo per cui la ricostruzione del teatro è avvenuta solo nel 1991, è che altri concorsi per l'appalto dei lavori di ristrutturazione non avevano avuto buon esito: già nel 1946 veniva bandito il primo concorso, vinto da Paolo Antonio Chessa, il cui progetto però venne alla fine accantonato.

Nel 1963 l'incarico venne affidato al grande architetto Carlo Scarpa, che però morì nel 1978 prima ancora di iniziare a mettere in atto il progetto.

E solo in seguito, negli anni '80, un successivo concorso ha avuto successo e il teatro è stato ricostruito, attingendo però anche ad alcune idee di Chessa e Scarpa, tra cui quella della piazza.

Insomma, di tempo se n'è perso, ma non inutilmente.

Del vecchio teatro rimangono ancora le colonne, l'iscrizione in latino e il terrazzo che si affaccia su via XXV Aprile.

La sala principale del teatro Carlo Felice è dotata di 2.000 posti, una torre scenica e quattro palcoscenici mobili.

Si tratta di un teatro dotato di ottima acustica e tecnologicamente all'avanguardia.

 

 

Visitare il Teatro Carlo Felice di Genova

Un'esperienza sicuramente molto interessante per conoscere il teatro, non solo dal punto di vista del programma, ma anche dal punto di vista della storia, struttura e architettura, può essere partecipare a una visita guidata.

Il teatro stesso organizza, in particolari periodi e giornate, delle visite guidate anche dietro le quinte, talvolta rivolte a un pubblico preciso (come gli studenti di architettura) e talvolta rivolte al pubblico generale.

Nel corso dell'anno il Teatro Carlo Felice organizza dei veri e propri open day per poter visitare liberamente gli spazi del teatro.

 

teatro carlo felice genova

 

Grande spazio viene dato ai ragazzi ai quali il teatro permette di assistere alle prove dei concerti della Stagione Sinfonica, interagendo direttamente con i protagonisti.

In alcune di queste visite, il teatro permette di assistere alle prove dei concerti della Stagione Sinfonica o di visitare le quinte.

A volte si tengono persino lezioni di concerto e laboratori didattici in attrezzeria e sartoria e naturalmente è possibile venire a conoscenza, grazie a una guida, della gloriosa storia del teatro che in questo articolo ho riassunto in breve.

 

 

Come arrivare al teatro Carlo Felice

Ora che sai tutto del Teatro Carlo Felice, non ti resta che capire una cosa: come arrivarci.

Immaginando di partire dalla stazione centrale di Genova, sita in Piazza Principe, ci sono varie opzioni.

 

A piedi

Se parti dalla stazione centrale di Piazza Principe puoi anche raggiungere il teatro a piedi, ma solo se cammini con piacere: ci vorranno circa 23 minuti.

Dalla Piazza Acquaverde, devi percorrere la bellissima via Balbi, una volta raggiunta piazza dell'Annunziata imboccare Via Cairoli (che poi diventa Via Garibaldi), per poi svoltare a destra e entrare in Via XXV Aprile.

Percorrila per 180 metri e sarai arrivato a destinazione.

Complicato?

Allora meglio camminare con un navigatore, o andarci con i mezzi.

 

In auto

Per chi ha l'auto basteranno 12 minuti, partendo dalla stazione: prendere Via Andrea Doria in direzione di Via Alpini D'Italia, prendere poi Via Antonio Gramsci, che prosegue nel Sottopasso di Caricamento e nella Galleria Giuseppe Garibaldi e imboccare la strada in direzione di Piazza del Portello.

Infine, prendere Piazza delle Fontane Marose in direzione di Via XXV Aprile, fino ad arrivare al teatro.

Anche qui, ovviamente, il navigatore può fare la differenza.

Per quanto riguarda il parcheggio non ti preoccupare, te ne parlerò a breve.

 

Dove parcheggiare vicino al teatro Carlo Felice di Genova

Fortunatamente, il Teatro Carlo Felice prevede anche due opzioni di parcheggio molto vicine al teatro:

  • il Park Piccapietra, in Piazza Piccapietra, 58/A,
  • il Citypark, in Via Gabriele D'Annunzio 104.

Sono due parcheggi (a pagamento) pensati apposta per i clienti del teatro!

 

Andarci con i mezzi

Infine, metropolitana e tram sono opzioni comodissime per raggiungere il teatro dalla stazione in soli 10 minuti.

Basterà prendere la metropolitana e scendere a De Ferrari, per poi percorrere un solo minuto di strada a piedi e raggiungere il teatro.

Altrimenti si può prendere il bus 606, scendere alla fermata XX Settembre 1/DE Ferrari, e arrivare a piedi al teatro (in tutto 18 minuti, di cui 2 a piedi).

 

 

Dove dormire vicino al teatro Carlo Felice Genova

 

B&B Genova Vicino Acquario

 

Bene, ma dove alloggiare?

Sei sei in cerca di una sistemazione comoda, elegante e moderna vicino al teatro, ti consiglio il mio B&B Al Centro di Genova, una struttura (con parcheggio gratuito) situata a circa 200 metri dal teatro.

Se vuoi risparmiare, l'Ostello OStellin Genova si trova a pochissima distanza dal teatro, è molto ben recensito e ha un prezzo modesto.

Un'alternativa molto richiesta e interessante, sempre in zona, è l'Old Town Guest House, con un prezzo un po' più alto.

Ha un aspetto più originale e intrigante, ma rientra sempre nelle opzioni di risparmio.

Se invece giustamente volete fare le cose in gran stile, l'Hotel Bristol Palace è quello che fa per te: camere stupende ed eleganti, ristorante raffinato e due bar, per vivere l'eleganza non solo a teatro, ma anche nell'alloggio. Inoltre è molto vicino al teatro.

Vuoi delle belle camere eleganti, ma spendere un po' meno?

Non c'è problema: in questo caso c'è il Best Western Hotel Metropoli, in Piazza Fontane Marose, a circa 200 metri dal teatro.

 

 

Dove mangiare vicino al Carlo Felice

Bene, ora che hai un tetto sulla testa, bisogna pensare a riempire lo stomaco.

Se vuoi assaggiare il cibo locale, unendo tradizione, qualità e semplicità, l'ideale è la Trattoria Rosmarino, in zona teatro: un ristorante (uno dei miei preferiti) dall'ottimo rapporto qualità/prezzo dove potrai bere dell'ottimo vino e assaggiare dell'ottimo cibo ligure.

Molto interessante anche Zupp Genova, un locale elegante che, come dice il nome, offre delle ottime zuppe, molto ben recensite.

Ancora più chic il ristorante PEsciolino, con piatti ricercati e buoni, cucina elegante e ottimo servizio.

E ora che hai messo apposto anche lo stomaco, non ti resta che goderti il resto di Genova.

Del resto, dopo pranzo, non c'è niente di meglio che una camminata!

 

 

Conclusioni

Bene, siamo arrivati al termine di questo lungo articolo sul teatro Carlo Felice di Genova.

Hai scoperto qual'è il programma della stagione 2019/2020, quali sono i migliori spettacoli e gli eventi, come arrivare, dove mangiare, dormire e parcheggiare nelle vicinanze.

Se hai bisogno di altre informazioni, lascia un commento qui sotto, oppure leggi il mio articolo su cosa visitare a Genova in un giorno.

Un abbraccio,
Andrea

 

Valuta articolo -->
Valutazione Ottenuta
5 based on 1 votes
Servizio
Teatro Carlo Felice Genova

Nessun commento ancora

Lascia un commento